Translate

giovedì 25 dicembre 2014

Large Hadron Collider: Stargate o Fantascienza

Che  L.H.C.(Large Hadron Collider), il più potente acceleratore di particelle al mondo, generi nella fantasia di molti un senso di mistero, è certo. Il senso di mistero che genera, probabilmente nasce dal fatto che non si conosce i limiti di questo potentissimo strumento , non si conosce cosa potrebbe essere in grado di "scoprire", non si conosce infine se possa essere un pericolo per l'umanità.
Di questa ultima ipotesi molto si è discusso , sopratutto quando, nel tardo 2008,  l'L.H.C. fu inaugurato. Addirittura in quella fase furono interpellate alcuni corti di giustizia (corte europea e un giudice delle Hawaii), per bloccare l'inaugurazione della macchina.
Molti critici dell'utilizzo di questo potentissimo strumento, dal 2008 , si sono susseguiti in proteste più o meno concrete ritenendo che l'L.H.C. potrebbe causare la formazione di piccoli buchi neri o lo sviluppo di una forma di materia esotica che non potrebbe essere controllata. Ufficialmente, secondo una commissione di inchiesta, la  l'LHC Safety Assessment Group, non vi sarebbe alcun rischio per l'umanità , anche se nel 2012 la stessa commissione ha dichiarato non improbabile lo sviluppo di piccoli buchi neri , peraltro senza alcun pericolo per il genere umano. Ad oggi però, una serie di esperimenti in progetto per il 2015, generano nuove pensieri a chi ritiene l'acceleratore piu' potente del mondo un pericolo, infatti l'L.H.C. sarà "spinto" a quello che probabilmente è il massimo della potenza che può esprimere: 14 teraelettronvolt, in quella occasione sarà richiesto ai circa  1600 magneti superconduttori in lega di niobio e titanio uno sforzo notevole.

Questa notizia ha scatenato i teorici del complotto i quali  ritengono che il vero esperimento a cui punta l'L.H.C. sia lo sviluppo di un wormhole , o ponte di Einstein-Rosen, che aprirebbe una sorta di "Stargate", verso un'altra zona dell'universo , un altro universo o un altro tempo. Questi teorici del complotto, che non hanno dati reali per suffragare la loro teoria, ritengono che tutto sia stato fatto per consentire il ritorno sulla terra di antichi astronauti, che avrebbero visitato l'umanità nell'antichità o addirittura l'avrebbero creata. Unico particolare che lascia un alone di mistero alla cosa è la statua della dea Nataraja, una rappresentazione danzante della dea Shiva, che si trova all'esterno del CERN di Ginevra, che ospita appunto l'L.H.C.
La dea danzante rappresenta la distruzione e la creazione del cosmo ....e questo sicuramente è indicativo per un luogo dove si studia l'origine e la creazione dell'universo, tutto avviene in una forma circolare , che non a caso, ricorda moltissimo la forma di UN ACCELERATORE DI PARTICELLE ....