Translate

venerdì 26 dicembre 2014

INEDITO-Antichi Astronauti: San Simeone / Unpublished Ancient Astronauts: San Simeon

Molti anni fa rimasi affascinato durante una visita al museo etnografico di Berlino (all'epoca si chiamava museo della cultura dei popoli). La storia dei popoli del mondo è assolutamente entusiasmante, ma durante la visita , notai qualcosa che non ho mai visto riportato su alcun testo che tratta di antichi astronauti( e nella mia vita ne ho consultati TANTI!!). La foto in questione che potete vedere poco sopra, è il file on-line  del museo in questione .
Secondo la descrizione riportata sulla targhetta al museo , l'incisione sulla lastra di basalto, rappresenterebbe l'asceta Simeone (vissuto tra il 390 e il 459 dopo Cristo) che per 42 visse su un pilastro alto circa 20 metri al fine di attirare pellegrini che cercavano una illuminazione, il manufatto è siriano e secondo la leggenda nel luogo della colonna fu eretta, alla morte di San Simeone, la chiesa bizantina di  Qalʿat Simʿān. Fin qui la storia ufficiale della lastra in questione , ma ovviamente non sfuggirà a tutti voi la particolarità della scultura e il modo in cui è rappresentata. Qualcuno potrebbe asserire che più' che una colonna quella sembra una rampa di lancio, e che i personaggi in figura più che Santi sembrano persone che guardano attraverso l'oblò di un vettore (o missile) spaziale.
Qualcuno infine,  potrebbe asserire, che "l'asceta" Simeone salì sulla colonna(rampa di lancio) per , appunto, "ascendere" al cielo con il proprio veicolo. *
Ovviamente nessuno afferma che San Simeone fosse un antico astronauta, le cronache del tempo che riportano la nota storia di San Simone Stilita,  ponevano però l'accento sul fatto che Simone l'asceta volesse, con il suo gesto, ricordare eventi biblici che trattavano appunto la salita a Dio di alcuni grandi profeti, e qui la faccenda si fa più complicata....


*N.B. non confondere i significati etimologici di "asceta" e "ascendere" , non è mia intenzione fare del sofismo e condurre il lettore ad una errata interpretazione.