Translate

mercoledì 25 marzo 2015

Universi Paralleli: l'LHC potrebbe rivelarli!


Dopo la scoperta del bosone di Higgs nel 2012 , l'LHC (Large Hadron Collider), nei prossimi giorni ritornerà in funzione . Con nuove strumentazioni e con implementazioni  tecnologiche sarà in grado di rafggiungere potenze mai raggiunte prima, divenendo di gran lunga il più potente acceleratore di particelle del mondo. La speranza è che con le nuove potenze raggiungibili, sarà possibile fare luce sulla natura della materia oscura e dimostrare l'esistenza di universi paralleli.
 La materia oscura costituirebbe il 90 % della massa dell'intero universo, ma non è direttamente osservabile in quanto non emette radiazione elettromagnetica e si manifesta solo attraverso effetti gravitazionali. Secondo lo scienziato Mir Faizal: "Così come molti fogli di carta paralleli, che sono oggetti bidimensionali, possono esistere in una terza dimensione, universi paralleli possono anche esistere in dimensioni superiori."
 Il fisico , in una recente intervista tiene a precisare che , quando si parla di universi paralleli , si intende non l'interpretazione a molti mondi della meccanica quantistica (dove esiste un universo per ogni possibilità), ma universi reali che "esistono" in dimensioni extra.