Translate

giovedì 1 gennaio 2015

Immortalità: Il Conte di Saint-Germain

Il conte di Saint-Germain è uno degli uomini più misteriosi che la storia ci abbia mai fatto conoscere.
Ha una data ipotetica di nascita, una, molto molto, ipotetica di morte e durante la sua vita da alchimista
e iniziato ha trascorso lunghi periodi  nel mistero  di laboratori segreti. Le prime tracce di quest'uomo risalgono al 1740 circa alla corte di Francia, pare che il Conte potesse vantare nobili natali, ma da figlio illegittimo, certo la vita non fu facile.
Eccellente alchimista , uomo di grande carisma,intelligente e acculturato, il Conte conobbe ( e le cronache
 riportano di questi incontri) moltissimi personaggi famosi della sua epoca come Mozart, Casanova e Cagliostro.
Fin qui la storia nota e ufficiale dell'esistenza di quest'uomo. Il mistero però si infittì a seguito del
fatto che il Conte sembrava poter trovarsi in più luoghi contemporaneamente , e che pare non invecchiasse.
Infatti le cronache del tempo descrivono, nonostante siano state scritte a diversi decenni di distanza, il Saint-Germain sempre allo stesso modo( aspetto esteriore intorno ai 40 anni). Il conte , che promise al Re di Francia una scoperta eccezionale in cambio di una residenza dove studiare, dopo diverse vicissitudini  si ritrovò alla corte di Prussia dove la storia ufficiale lo diede per morto nel 1784.
Il castello di Chambord dove il Conte visse per alcuni anni
Ma storia non finisce qui... le improvvise ricchezze, i molti nomi  con i quali si faceva chiamare(Conte di
Welldone, Marchese d’Aymar, Conte di San Germano, Monsieur de Surmont o Monsieur de Belmar), il fatto che non invecchiasse e il suo supposto dono dell'ubiquità, hanno fatto pensare che il conte avesse effettivamente scoperto quello che tutti gli alchimisti della storia cercavano, la pietra filosofale. Ma torniamo al 1785, anno successivo alla supposta morte del Conte, quando Saint-Germain viene visto vivo e vegeto e
 ringiovanito, ad una riunione massonica tenutasi a Wilhelmsbad. E contemporaneamente fu avvistato a Parigi
 con Mesmer e Cagliostro. Uno degli eventi che fanno pensare, però , è l'indagine ufficiale fatta da Napoleone III, che informato della presenza presso la sua corte di questo misterioso uomo , fece cercare informazioni su quest'ultimo, senza buon successo. Il nome di Saint-Germain fu associato inoltre al maestro alchimista Fulcanelli e trovato fino all'inizio del '900 nelle liste di alcune logge massoniche . La leggenda vuole che a mezziogiorno del giorno di Natale, l'uomo si aggiri per il Pincio a Roma.
L'ultimo avvistamento del Conte risale al 1939,quando,  un aviatore americano giurò di averlo incontrato in un  monastero tibetano....ma questa sa tanto di romanzo "Orizzonte Perduto" di James Hilton.