Translate

domenica 1 marzo 2015

I misteri delle Lune di Marte

Foto Nasa
Fu nel 1877 che l'astronomo Asaph Hall , durante una osservazione di Marte, vide per la prima volta nella storia, le due lune orbitanti intorno al pianeta rosso. Passò alla storia come lo scopritore di quelli che saranno poi ribattezzati :  Phobos e Deimos( Paura e Terrore).
Ma Jonathan Swift, l'autore dei viaggi di Gulliver, aveva già scritto di queste lune molto tempo prima, spingendosi al punto di fornire dati accurati sulle dimensioni e sulle orbite dei  satelliti. Il problema è che tutto questo accadeva nel 1726, 150 anni prima che l'astronomo Hall  facesse la scoperta!!
Nei Viaggi di Gulliver , leggiamo:"due stelle minori, o satelliti, che ruotano intorno a Marte...quella interna dista dal centro del pianeta principale esattamente tre volte  il suo diametro, e quella esterna cinque;la prima ruota nell'arco di 10 ore , e la seconda impiega ventun ore e mezzo". Come faceva a saperlo Swift? Ne era venuto a conoscenza attraverso antichi scritti? O attraverso trattati esoterici? Oppure aveva avuto una premonizione? Forse si tratta di mera casualità?? In questa vicenda una cosa è certa , le
lune di marte oggi sono una realtà scientifica  acclarata e distanze e grandezze reali dei satelliti sono assolutamente corrispondenti a quelle fornite nel romanzo di fantascienza.